BLOG
La felicità degli italiani? Va dove la portano gli Azzurri

sentimeterMondiali di calcio sono tra gli eventi più attesi che scandiscono la vita degli italiani. Chi non ricorda Madrid 1982, le notti magiche di Italia 90, o Berlino 2006? Ma accanto a questi trionfi (o comunque buon piazzamenti) c'è anche Francia 1998, Giappone 2002, o Sud Africa 2010. E dove vanno gli azzurri, va anche il buon umore del Bel Paese (almeno nella sua componente maschile...). Così non sorprende che il 15 giugno (l'Italia, ricordiamo giocava la mezzanotte del 14), dopo la vittoria sull'Inghilterra, l’indice di felicità iHappy di Voices from the Blogs, misurato analizzando le emozioni che emergono dai post su Twitter, registrava una crescita di ben 8,7 punti rispetto  al giorno precedente (dal 63,3% al 72%). L'opposto accade 5 giorni dopo: ieri, in coincidenza con la sorprendente sconfitta con il Costarica, la felicità degli italiani scende invece di 4,5 punti (dal 69,2% al 64,7%). E se c'è chi parla di inserire la felicità come ulteriore misura del benessere sociale di un paese, accanto o oltre al PIL, non ci resta allora che sperare nella prossima partita dell'Italia con l'Uruguay. Sperando che gli Azzurri non tradiscano, questa volta, la felicità degli italiani. Leggi l'articolo completo su Sentimeter @ Corriere della Sera.

ihappy eng crc